Tinte anallergiche per capelli

Oggi l’utilizzo delle tinte è aumentato drasticamente rispetto agli anni precedenti, si ricorre alle colorazioni permanenti per ravvivare il proprio colore spento e opaco, per cambiare look o più semplicemente per nascondere i capelli bianchi.

Inoltre, a fare largo uso delle tinte non sono più solo le donne. Infatti cresce il numero di uomini che ricorre a questo trattamento per nascondere i segni del tempo.

Le tinte, però, sono prodotti cosmetici che possono causare irritazioni e reazioni allergiche al cuoio capelluto e alla pelle più sensibile.

Come si manifestano le reazioni allergiche?

Le allergie sono provocate dalla presenza di alcuni ingredienti che risultano essere aggressivi per la pelle e causare quindi prurito, rossore e talvolta anche indebolimento del capello.

In alcuni casi le allergie alle tinte per capelli si manifestano anche con lacrimazione degli occhi e rigonfiamento del viso.

In questo caso è fondamentale rimuovere immediatamente la tintura dalla testa con abbondante acqua tiepida e shampoo. Consultare il medico è il secondo passo da fare in caso di reazione allergica da tinta.

Tinte anallergiche

Soffrire di allergie alle sostanze contenute all’interno delle tinte non significa che non ci siano alternative alla colorazione, esistono infatti delle tinte anallergiche facilmente reperibili nelle erboristerie e nelle profumerie che permettono di uniformare il colore della capigliature e coprire al 100% tutti i capelli bianchi.

Tinte naturali anallergiche eco bio

Le tinte naturali anallergiche vantano tra gli ingredienti delle sostanze vegetali in grado di colorare i capelli senza aggredirli. I loro vantaggi sono:

  • Non provocare irritazioni al cuoio capelluto e alla pelle,
  • Non nuocere all’ambiente e agli animali.

 

Le tinte naturali anallergiche eco bio hanno però capacità coloranti inferiori rispetto alle tinte tradizionali e anche la loro durata è inferiore rispetto alle altre tinte.

Il vantaggio di utilizzare tinte anallergiche naturali eco bio sta nella possibilità di avere capelli più morbidi e nutriti grazie alla presenza di sostanze naturali fortificanti e rigeneranti che al contrario delle altre colorazioni non seccano i capelli e non li rovinano trattamento dopo trattamento.

Un’altra alternativa alle tinte è rappresentata dagli shampoo colorati che possono uniformare il colore dei capelli e coprire la ricrescita in modo molto meno aggressivo rispetto alle tinture tradizionali.

Tinte anallergiche in commercio

La Phyto è una nota azienda francese che si preoccupa dei capelli e della loro salute nella globalità: dalle radici alle punte. Per fare questo ha sviluppato prodotti naturali realizzati con estratti di piante scelte accuratamente.

La linea Phyto dedicata alle tinte anallergiche è Phytocolor Sensitive. Tinture che rispettano il cuoio capelluto e la fibra capillare per una colorazione altamente performante. Le tinte anallergiche sono prive di:

  • PPD,
  • Resorcina,
  • Parabeni.

 

Queste colorazioni che comprendono 6 nuance intense dal castano scuro al castano chiaro nocciola, coprono tutti i capelli bianchi. Garantiscono una colorazione intensa e naturale. I capelli sono nutriti, protetti e molto più brillanti.

 

Anche dalla Bionike vi sono valide proposte per colorare la chioma con tinte anallergiche. I prodotti Shine On sono privi di:

  • Ammoniaca,
  • Resorcina,
  • Parafenilendiammina,
  • Conservanti,
  • Glutine.

 

Sono inoltre testate per il Nichel.

Mentre ad alto profilo di tollerabilità vi è la linea Shine On HS.

 

Altra nota azienda che produce tinte anallergiche è l’ Euphidra. Le sue colorazioni a base di acido ialuronico non comprendono:

  • Parafenilendiammina
  • Fenilendiammine
  • Parabeni.

 

Le tinture anallergiche sono dermatologicamente testate sulla pelle sensibile. Testate inoltre per il nickel, cromo e cobalto.

 

Alcuni rimedi naturali per scurire i capelli

Esistono dei rimedi naturali per donare alla chioma una colorazione più scura e uniforme. Il rimedio più conosciuto fin dall’antichità per tingere i capelli è l’Henné. La pianta viene essiccata, in seguito polverizzata e unita ad acqua bollente. Il risultato? Un composto molto denso dalle elevate capacità scurenti che si stende sulla capigliatura asciutta preferibilmente non lavata.

Altro rimedio è quello di utilizzare il caffè o il thè nero, basta fare un infuso molto forte che una volta freddo si dovrà versare sui capelli prima del lavaggio. La durata della colorazione non è elevata ma il risultato è piuttosto rapido. Questo rimedio rappresenta un ottimo modo per vedere se la colorazione scura si addice al proprio aspetto prima di passare ad una colorazione permanente.

Per coprire i capelli bianchi c’è poi un rimedio molto goloso: cacao e miele. Basta unire 3 cucchiai di cacao a 3 di miele. Il composto dovrà essere lasciato in posa sulle radici almeno un ora prima di risciacquarlo.

 

Prima di applicare la tinta sui capelli, sia se utilizziamo le colorazioni tradizionali sia che utilizziamo le tinte anallergiche, è sempre meglio effettuare il test di tollerabilità del prodotto su una piccola zona del corpo. Se la pelle non brucia e non si arrossa vuol dire che la pelle tollera bene le sostanze presenti all’interno della tinta e quindi si può applicare con tutta sicurezza su tutta la chioma.

 

Leggi anche i 10 metodi naturali per schiarire i capelli castani.

 

Autore dell'articolo: admin

avatar