Infoltire i capelli fini e diradati con rimedi naturali

Il problema di una chioma poco folta e indebolita è molto comune: ci sono persone che fin dalla nascita si trovano ad avere una capigliatura poco folta e altre che soffrono di caduta di capelli e quindi con il passare del tempo arrivano ad avere una chioma indebolita e rada.

La caduta dei capelli è la principale causa del diradamento e della necessità di infoltire la chioma. A provocare la perdita vi sono diversi fattori: primo fra tutti lo stress fisico ed emotivo, a seguire gli squilibri ormonali, le carenze vitaminiche, una dieta scorretta, l’inquinamento, i trattamenti aggressivi, i cambi di stagione e infine le cause genetiche, cause aimè irreversibili.

Quindi se i vostri capelli sono diradati, indeboliti e fragili e volete donare loro un po’ di volume e di corposità ma senza utilizzare prodotti aggressivi che danneggino ulteriormente la chioma, dovete provare i nostri impacchi in grado di infoltire in modo economico, naturale e sicuro. Basta applicarli con costanza per qualche settimana per infoltire i capelli in modo sano e duraturo.

Come infoltire la chioma

Uova

Primo fra tutti i rimedi per infoltire la capigliatura, che dà maggiori risultati, è senza dubbio l’uovo. Le uova infatti hanno un elevatissimo contenuto proteico per questo risultano essere perfette per rinforzare e infoltire la chioma.

Per preparare questo impacco bisogna utilizzare 1 o 2 uova (le quantità variano in base alla lunghezza dei vostri capelli) sbattetele e stendete il composto con molta cura su tutto il cuoio capelluto, sulle lunghezze, fino alle punte. Effettuate dei massaggi circolari sul cuoio capelluto in modo tale da incoraggiare la circolazione sanguigna e l’assorbimento delle proteine che stimoleranno la ricrescita. Una volta applicato il composto coprite la testa con la pellicola trasparente e lasciate in posa per almeno 30 minuti. Al termine risciacquate con acqua non troppo calda e procedete come di consueto.

Questo trattamento per infoltire la chioma va ripetuto da 1 a 2 volte la settimana.

Olio di oliva

L’olio di oliva è un vero e proprio elisir per infoltire la capigliatura, è un toccasana soprattutto quando appare secca e sfibrata perché la nutre e la idrata nel profondo. Rappresenta un valido aiuto per infoltire la chioma perché contiene vitamina E e Omega 3 che nutrono il cuoio capelluto e donano corposità e volume a tutta la chioma.

Questo rimedio è particolarmente consigliato a chi non ha il cuoio capelluto grasso. Se volete comunque provarlo, il consiglio è quello di stenderlo solo sulle lunghezze. Distribuitelo con cura ciocca per ciocca finché tutta la chioma non sarà completamente cosparsa di olio. Lasciatelo agire dai 30 ai 45 minuti. Se preferite potete anche lasciarlo in posa per tutta la notte. Coprite la chioma con una cuffia o un cappello e al mattino risciacquate con uno shampoo delicato, come d’abitudine. Questo trattamento per infoltire la capigliatura va effettuato da 1 a 2 volte alla settimana.

Se non avete problemi di sebo e non avete un cuoio capelluto tendente ad ungersi, il consiglio per infoltire e nutrire bene la chioma è quello di scaldare leggermente l’olio e, oltre ad applicarlo ciocca per ciocca, stendetelo anche su tutto il cuoio capelluto con brevi massaggi.

Avocado

Questo frutto esotico è un ottimo alleato per la bellezza e per la salute. Ricco di vitamine A, C, E e grassi monoinsaturi rappresenta non solo un valido aiuto per infoltire la chioma, ma idrata e fortifica anche le lunghezze.

Per la preparazione di questo composto basta creare una poltiglia di avocado e banana, legateli insieme con un cucchiaio d’olio finché non avranno raggiunto una consistenza cremosa. Stendete il preparato su tutto il cuoio capelluto e lasciate agire per 30 minuti. Al termine risciacquate come d’abitudine.

Questo trattamento è altamente nutriente, va a rinforzare i capelli fragilizzati e indeboliti direttamente dalla radice. Si consiglia l’applicazione almeno 1 volta a settimana.

Olio di ricino

L’olio di ricino è particolarmente impiegato per favorire la ricrescita dei capelli e quindi rappresenta un buon alleato anche per infoltire la chioma. Ha proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e funghicide. Presenta inoltre gli acidi grassi omega 3, vitamina E, minerali, proteine e l’acido ricinoleico. Tutte le sostanze che agevolano la nascita del capello e il suo rafforzamento.

Attenzione: dovete fare caso all’etichetta quando lo acquistate, è importante che sia spremuto a freddo e privo di esano, affinché le sue proprietà rimangano inalterate.

Potete applicarlo direttamente sul cuoio capelluto massaggiandolo con molta cura, pettinate la capigliatura in modo che questo olio raggiunga anche le lunghezze e le punte.

Una volta steso omogeneamente avvolgete la testa in un asciugamano caldo, questo piccolo escamotage è indispensabile affinché l’olio tiepido riesca a penetrare perfettamente sul capello e sul cuoio capelluto.

Lasciate che questo olio agisca almeno 1 – 2 ore poi lavate come d’abitudine.

Aloe vera

Anche questa pregiata pianta può essere utile per infoltire la capigliatura. Ha moltissime proprietà tra cui quella di idratare, lenire, riequilibrare e rinforzare il capello. Ristabilisce l’equilibrio del pH del cuoio capelluto, indispensabile per la nascita di nuovi capelli e per il rafforzamento dei bulbi.

Per preparare il composto basta estrarre dalle foglie di aloe il gel (nella quantità sufficiente per inumidire il cuoio capelluto e tutte le lunghezze) che poi verrà steso in modo omogeneo su tutta la capigliatura. Non vi dimenticate di massaggiarlo sulla testa, il massaggio è fondamentale per attivare la circolazione e migliorare l’ossigenazione dei bulbi capillari.

 

Gli ultimi consigli per infoltire la chioma ed evitare il diradamento sono quelli di:

  • Evitare di utilizzare shampoo, balsamo e maschere aggressive. Leggete l’ INCI e assicuratevi che non contengano ingredienti nocivi.
  • Applicare troppo frequentemente tinte e trattamenti.
  • Non lavare la capigliatura tutti i giorni.
  • D’estate evitare di utilizzare il phon, d’inverno utilizzatelo alla temperatura più bassa possibile e ad opportuna distanza.
  • Non tenere la capigliatura sempre legata.
  • Assumere uno stile di vita sano e una dieta equilibrata.

 

Potresti essere interessato anche a: Quando tagliare i capelli secondo il calendario lunare.

Autore dell'articolo: admin

avatar