I 10 usi dell’ argilla verde ventilata per la bellezza e per la salute

L’ argilla è un potentissimo rimedio naturale utilizzato fin dai tempi antichi in numerosi campi. I suoi usi si estendono dall’ambito della bellezza e l’aspetto estetico alla salute.

L’ argilla è disponibile in commercio in base ad alcune granulometrie:

  • Argilla a grani grossi – utilizzata in particolare per i pediluvi, per i bagni e gli impacchi.
  • Argilla a grani fini – è impiegata in moltissimi campi perché più facile da utilizzare.
  • Argilla ventilata – ottenuta attraverso un getto di aria che divide i granuli dalla polvere. Questa tipologia è assorbente e particolarmente utilizzata per favorire la cicatrizzazione delle ferite, depurare il corpo e purificarlo. Deve essere rigorosamente essiccata dal sole e non dal forno.

 

Usi interni ed esterni

L’ argilla verde ventilata può essere utilizzata sia per usi interni che per usi esterni.

Per quanto riguarda gli usi interni è possibile utilizzarla per preparare bevande, dentifrici e saponi.

Per preparare una bevanda basta unire ad un bicchiere di acqua fredda un cucchiaino di argilla verde ventilata, mescolare il tutto per qualche secondo con un cucchiaio di legno, e poi bere. È consigliato, durante i primi utilizzi, bere soltanto il sopranatante, successivamente si potrà assaporare anche il composto sedimentato sul fondo del bicchiere.

Bere l’ argilla verde ventilata rappresenta uno dei gli usi più indicati per disintossicare e depurare il corpo, il sangue e la pelle. Regola la corretta funzionalità del fegato e dei reni. È specifica anche per disintossicare il corpo dai metalli pesanti.

Fa parte degli usi interni anche l’utilizzo dell’ argilla verde ventilata come colluttorio. Utilizzata per gli sciacqui e i gargarismi è un ottimo aiuto contro le affezioni della bocca e della gola.

Un toccasana anche se utilizzata per le lavande vaginali e le irrigazioni.

Gli usi esterni dell’ argilla verde ventilata sono volti in particolare a favorire la guarigione delle ferite, alleviare irritazioni, infiammazioni e gonfiori ma non solo.

Se vogliamo realizzare una maschera per il viso che rimuova tutte le impurità e agisca contro l’acne, è sufficiente unire all’ argilla verde ventilata dell’acqua e altri ingredienti in base alla tipologia di cute:

  • Succo di limone se la pelle è grassa o mista,
  • Olio essenziale di lavanda se la pelle è normale,
  • Infuso di malva se la pelle è secca.

 

Gli usi dell’ argilla verde ventilata per il viso si estendono anche alla detersione. Si può ottenere un ottimo detergente naturale se si mescolano insieme:

  • un cucchiaio da te di argilla verde ventilata,
  • un cucchiaio di gel di aloe,
  • mandorle tritate o nella variante farina di mandorle,
  • 2 gocce di olio di lavanda.

 

Tra gli usi che si possono fare per migliorare l’aspetto e la salute dei nostri capelli c’è l’impacco contro la forfora e i capelli grassi. Come abbiamo detto l’ argilla verde ventilata è molto assorbente, per questo tende ad assorbire il sebo prodotto in eccesso causa dei capelli grassi e unti. Nel caso in cui i capelli sono fini e secchi, è preferibile utilizzare l’argilla bianca. L’impacco deve essere lasciato sui capelli almeno 30 minuti coperto con della pellicola o con un asciugamano tiepido.

L’ argilla è un ottimo alleata anche contro la cellulite. La cute a buccia d’arancia può essere attenuata attraverso degli impacchi che devono essere piuttosto frequenti se si vogliono ottenere benefici visibili. Per trarre più utilità contro la cellulite è possibile aggiungere al composto alcuni oli preziosi come: olio di betulla, olio di geranio e olio di rosmarino.

Altri usi dell’ argilla verde ventilata sono volti a migliorare la bellezza e la salute delle unghie. Se si immergono le dita in una vaschetta con acqua e polvere di argilla verde, si otterranno unghie purificate e cuticole più morbide e lenite.

Oltre ai capelli e al viso gli usi di questo prezioso elemento si estendono anche in ambito salutistico.

Ottima alleata contro i dolori articolari. Attira il dolore alleviando le infiammazioni, il composto si realizza con pochi semplici ingredienti:

  • un bicchiere di argilla verde ventilata,
  • un cucchiaio di olio di oliva,
  • un bicchiere di acqua calda,
  • un cucchiaino di miele.

 

Come nel caso della preparazione della bevanda, il composto deve essere miscelato con un cucchiaio di legno. Una volta ottenuta una pasta cremosa bisognerà applicarla dai 30 ai 60 minuti alla zona soggetta a dolore. Affinché il composto apporti beneficio l’applicazione dovrà essere effettuata almeno una volta al giorno per 30 giorni consecutivi.

Insieme ai dolori articolari, l’argilla verde ventilata può essere impiegata anche contro il mal di testa. In questo caso bisogna aggiungerci solo dell’acqua tiepida e a scelta l’olio di lavanda o di arancio che hanno proprietà rilassanti.

 

Controindicazioni

Non ci sono delle vere e proprie controindicazioni negli usi dell’ argilla verde ventilata. In rari casi è stata riscontrata un’allergia al composto. Se la utilizziamo per la prima volta è sempre meglio applicarla su una piccola parte del corpo per vedere come reagisce la pelle, se non ci sono problemi si potrà utilizzare su tutto il corpo.

In alcuni casi gli usi interni del composto hanno portato a stitichezza.

 

Ricapitolando i  10 usi dell’ argilla verde ventilata sono:

  1. Bevanda per depurare e disintossicare il corpo.
  2. Antinfiammatorio per affezioni della bocca, della gola.
  3. Maschere per il viso.
  4. Impacchi per contrastare la forfora.
  5. Impacchi contro la cellulite.
  6. Detergente per il viso.
  7. Cura delle unghie.
  8. Impacchi per i capelli grassi.
  9. Allevia il mal di testa.
  10. Riposa gli occhi.

 

Gli usi dell’ argilla verde ventilata sono molteplici, è importante però considerare che una volta utilizzata, nelle varie modalità, deve essere buttata via perché ha attratto a sé tutte le sostanze negative e le impurità.

L’ argilla verde ventilata è un ottimo alleata per la pelle e per il benessere di tutto il corpo.

Vuoi sapere di più sui fanghi contro la cellulite?

Autore dell'articolo: admin

avatar